riverside1.jpgriverside2.jpgriverside3.jpgriverside4.jpgriverside5.jpg

Questo sito utilizza cookies anche di terze parti (pubblicitari, di profilazione e di tracking), per gestire autenticazione, navigazione e altre funzioni, tra le quali la memorizzazione di alcuni comportamenti e gusti degli utenti. Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo di queste tipologie di cookies sul tuo dispositivo.

View Privacy Policy

Come disabilitare i COOKIES

Non hai accettato i cookies sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere modificata.

Hai accettato di impostare tutti i cookies sul tuo dispositivo. Potrai sempre modificare questa decisione.

ItaliaInWeekend.it

Turismo dei giardini e festival floreali in Europa

Risultati immagini per Turismo dei giardini e festival floreali in Europa

L’Assessorato dell’Istruzione e cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta, nell’ambito della Saison Culturelle 2017/2018, con la collaborazione scientifica della Associazione Italiana Insegnanti di Geografia della Valle d’Aosta, propone la conferenza sul tema Turismo dei giardini e festival floreali in Europa, relatore il Professore Gian Luigi Corinto, associato di Geografia nell'Università di Macerata, venerdì 16 febbraio 2018, alle ore 21, nella Sala conferenze della Biblioteca regionale di Aosta.

Aosta - La conferenza affronta il tema delle relazioni che intercorrono tra turismo e giardini. L’argomento è inquadrato nel paradigma Coltivazione-Cultura-Chiusura (nel senso di separazione dello spazio coltivato dal resto). I particolari riguardano i fatti che legano architettura del paesaggio (giardini), turismo e territorio. La politica paesaggistica di molti paesi europei ed extraeuropei può insegnare molto all'Italia, anche in materia di governo delle relazioni tra esseri umani e territorio. Inoltre, sarà affrontato il tema del ruolo che i cosiddetti "grandi eventi" hanno nella crescita del turismo e nella gestione equilibrata del territorio.

Su un piano teorico i rapporti tra Giardino, Spazio e Luogo sono interessanti perché contribuiscono alla narrazione e alla costruzione dell'identità delle destinazioni turistiche, determinandone la natura, l'atmosfera percepita e l'attrattività. Le vicende di grandi eventi floricoli internazionali, di successo e di insuccesso, ci indicano priorità e vie da seguire. Il relatore racconterà il turismo dei giardini e dei grandi eventi di paesi come Gran Bretagna e Germania, con un occhio attento all'esperienza Olandese delle Floriadi.

Un omaggio doveroso sarà dedicato al Terzo Paesaggio di Gilles Clément, all'attività di recupero di zone in difficoltà mediante l'architettura del paesaggio, e una reprimenda sarà rivolta, come occasione paesaggistica perduta, a EXPO 2015 di Milano.

Il relatore darà conto anche del Giardino di Boboli in Firenze e del suo architetto Niccolò di Raffaello di Niccolò dei Pericoli, detto il Tribolo.

Gian Luigi Corinto è Professore associato di Geografia nell'Università di Macerata dove insegna Ecotourism and Sustainable destinations nel Master Degree International Tourism and Destination Management.

È stato docente di Economia forestale e ambientale nelle Università di Firenze e di Sassari. Attualmente è Coordinatore della sezione Ambiente e Territorio del Dipartimento di Scienze della formazione, dei beni culturali e del turismo dell'Università di Macerata.

La sua ricerca si incentra su turismo sostenibile, turismo rurale, turismi di nicchia e diffusione spaziale delle relazioni cultura-sviluppo. I lavori di ricerca sono pubblicati da case editrici e su giornali scientifici in Italia e all'estero. Recentemente è stato autore o coautore di monografie come Caccia e territorio. Evoluzione della disciplina normativa in Toscana(Florence University Press, 2016), Paesaggio in Sicilia. Dialogo territoriale ed episodi paesaggistici (Bologna, (Pàtron, 2013); paper scientifici come: I Garden Festival tra identità locale, turismo e organizzazione urbana, in (S)radicamenti, Società di studi geografici, (Memorie geografiche NS, 2017); Materadio, a Radio Airing in View of Matera European Capital of Culture 2019. Almatourism, 2017; Food and Gastronomic Tourism for Developing Rural Areas around the Via Francigena in Tuscany, Almatourism, 2017.

La Saison Culturelle 2017/2018 è realizzata dall’Assessorato Istruzione e Cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta col patrocinio della Fondazione CRT Cassa di Risparmio di Torino.

Per ulteriori informazioni rivolgersi all’Assessorato Istruzione e Cultura della Regione autonoma Valle d’Aosta,  Attività culturali, 0165 32778.

Sito internet http://www.regione.vda.it  e-mail  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.